3a Ed. OBERINNTAL - TIROLO - 19-28 LUGLIO 2018
TUTTE LE INFO
Lito Fontana
GLI ARTISTI

Lito Fontana

Trombone


 

 “Negli anni ho avuto la possibilità di collaborare con molti trombonisti eccellenti. Nell’estate del 2007 ho potuto aggiungere un’altro a quella lista: era un vero piacere di incontrare ed esibirmi insieme a Lito Fontana: non è solo un musicista molto dotato con una tecnica ed un attacco estremamente facile ed elegante - si ha rilevato anche una persona gentile con una personalità di calore ed umanità che viene riflesso anche nel suo spettacolo. Siamo diventati subito amici è spero che durerà negli anni a venire!” 

Con queste parole molto indicative Johan de Meij, uno dei più grandi compositori e direttori d’orchestra in Europa per ottoni descrivono suo incontro con Lito Fontana al festival di La Senia (Spagna) nel 2007. 

Nato a Buenos Aires nel 1962, studia Trombone al Conservatorio „ G. Rossini” di Pesaro con il Maestro E. Pumpo dove si diploma nel 1984. Presto inizia la sua carriera sia nelle orchestre cosi come solista . Fa parte di diversi gruppi di ottoni, dell’orchestra RAI per la registrazione di colonne sonore e ha anche una forte collaborazione con artisti di musica Jazz come Billy Cobham e Chat Baker. Viene chiamato dall’Orchestra Internazionale d’Italia come primo trombone e lo stesso ruolo copriva nell’orchestra Camerata Musicale Pescarese.  Si trasferisce in Austria per perfezionarsi sotto il Maestro Michael Stern ( primo trombone del Bayrischen Rundfunk). Da li nascono collaborazioni con diverse formazioni musicali molto note soprattutto nel centro e Europa settentrionale come gli “ Haller Stadtpfeifer”, il quartetto di tromboni “Trombonisti Italiani” ( di quale lui è il fondatore) e soprattutto gli ottoni della “Juvavum Brass” di Salisburgo.  Con questa formazione, di cui fanno parte membri delle orchestre Europee più importanti, come Hans Gansch dei Wiener Philharmoniker e Gabor Tarkövi dei Berliner Philharmoniker, fanno spesso grandi tournèe con artisti di fama internazionale come il trombettista americano Allen Vizzutti e l’australiano James Morrison.  Nella sua ricerca di trovare nuove emozioni e nuove sfide collabora con varie formazioni di diversi generi musicali. È noto come solista della Brass Band Hall , con cui vince per quattro volte il Campionato Europeo ( B-Section), e della Brass Band Oberösterreich insieme al trombettista Hans Gansch, suonando nei teatri più prestigiosi del mondo (Sudafrika, Svezia, Norvegia, Belgio, Svizzera, Francia e Austria) e con la quale raggiunge il terzo posto nel Campionato Europeo di massima categoria di Brass Band a Linz (Austria) . Importante la sua collaborazione con il noto compositore austriaco Werner Pirchner, suonando le sue colonne sonore di film , Radio Austria International, dei “Wiener Festwochen” e la musica per l’intervallo del Concerto di Capodanno 2000 dei Wiener Philharmoniker, quale lo invita a collaborare in seguito per “Lady Macbeth” di Schostakovitsch nel Festival di Salisburgo.  Con il quartetto “Trombonisti Italiani” raggiunge successo internazionale ed in seguito comincia una stretta collaborazione con Steven Mead che porta alla registrazione del CD “ 4 valves/ 4 slides” e “ Colours of the World”, quali ricevono ottime critiche nella stampa specializzata internazionale, soprattutto in Giappone.  Ha partecipato alle “Tiroler Festspiele” e al festival di musica contemporanea “Klangspuren Schwaz”.  Ottiene gran successo con i suoi concerti da solista allo Spanish Brass Festival di Valencia (E), la MIDEUROPE di Schladming (A), al Festival di Budapest , con la Symphonic Wind Orchestra di Merano, Tiroler Symphonieorchester (Austria), Orchestra Cantelli Milano Brassband A7(Germania), Brassband de Waldsang (Olanda), Brassband Tres Etoiles (Svizzera), Brassband BBC Augsburg (Germania) ed altri collaborando con grandi nomi nella scena internazionale come Vince DeMartino, Frank Pulcini, Ab Koster, Spanish Brass, Steven Mead, Pat Sheridan, Leonard Candelaria, Roland Szentpàli, James Watson, Gabor Tarkövi, T. Dokshizer, Johan De Meij, Lino Blanchod, Giuseppe Paratore , Jose P. Vilaplana, Branimir Slokar, Chris Martin, Bo Nilson.  Apprezzato come giurato in diversi concorsi nazionali ed internazionali. Docente alla Musikschule Hall, al Conservatorio “ C. Monteverdi” di Bolzano e docente ospite al Conservatorio di Perugia. Dal 1997 al 2006 è stato Endorser per la Besson (Boosey&Hawkes) di Londra.  Tiene Masterclass in tutta Europa (Valencia , Budapest, Schladming, Val Badia, Gainberg (A), Conservatorio di Adria (I) , Roma, Edinburgo, La Senia, Aosta, Sicilia, Linz, Vilnius, Budapest, Val Badia, Merano; Stift Melk (A) ed altri.)  Nel 2008 e 2010 viene nominato nella “Brassband of the Year” (tra i tre migliori al mondo) dal 4barsrest in Inghilterra raggiungendo il suo più prestigioso successo come solista. La loro critica esalta il suo suono e la sua tecnica, anche nel suo ultimo CD “When I walk alone” eseguito da solista con il pianista Fausto Quintabà e nel quale , in quattro brani, suona come ospite il trombettista Hans Gansch dei Wiener Filarmonica .È anche elogiato dalla “English Trombone Association” in Inghilterra, dal trombonista Brett Baker, Presidente dell’associazione con un esaltante articolo. È nel 2011 è stato nominato tra i 5 miglior SolosCD in ambito degli ottoni.  Recentemente ha firmato un contratto con la ditta “Schagerl”, la quale viene rappresentata dalle prestigiose prime parti delle più famose orchestre mondiali e solisti .A breve uscirà il trombone “Schagerl Fontana ”, costruito per lui , il quale esalterà ancora di più la perfezione in tecnica ed interpretazione di questo straordinario artista, che con il suo suono unico incanta gli ascoltatori. 

References: 

„ I appreciate Lito’s special and warm sound , which is well known everywhere.” 

Hans Gansch, Vienna Philharmonics 

“Me gusto mucho la manera de Lito como emplea el trombón, sobre todo en lo que corresponde a la sonoridad que es diferente de los demás trombonistas” 

Enrique Crespo, German Brass 

“Mein Respekt für das tolle Spiel – sehr geschmeidige Phrasierung - Bravissimo!“ 

Horst Küblböck, Vienna Symphonics 

„ Lito has a real great sound. I enjoyed doing the solos and the show with him!” 

Allen Vizzutti 

“Lito’s colleagues, fans and critics describe his way to play the trombone as brilliant.” 

Clarino, Brass Magazine/ Germany